UNIVERSITA’ DI CASSINO E BPC: SINERGIA VINCENTE Comunicato Stampa – 20 MAGGIO 2010 Stampa

Una sinergia per i giovani, per la cultura, per la ricerca, per il territorio. E’ questo lo spirito con il quale l’Università degli Studi di Cassino e la Banca Popolare del Cassinate hanno stipulato una convenzione già attiva da diverso tempo, ma che questa mattina è stata presentata ufficialmente alla stampa, alla presenza del rettore Prof. Ciro Attaianese, del Direttore Amministrativo, Ascenzo Farenti, del Pro-Rettore delegato al Bilancio dell’Università di Cassino Prof. Raffaele Trequattrini,  del presidente della BPC dott. Donato Formisano e del vice Presidente Prof. Vincenzo Formisano.
A fare gli onori di casa il rettore Prof. Attaianese, il quale ha innanzitutto sottolineato che questo è uno dei rari casi in cui ci sono prima i fatti e poi le parole: la collaborazione tra i due enti, infatti, tutta a vantaggio degli studenti, è stata attivata ben prima di essere presentata alla stampa. Si tratta di una scelta di concretezza e di efficacia, che privilegia la ricerca di soluzioni utili e ben articolate.
La convenzione tra la BPC e l’Università di Cassino prevede, innanzitutto, la possibilità, per gli studenti, di rateizzare la seconda rata delle tasse universitarie, dando così agli studenti la possibilità di affrontare più facilmente le spese legate all’istruzione universitaria. Il Rettore ha ricordato anche tutti gli sforzi compiuti dall’Università di Cassino per contenere il più possibile i costi ed evitare aumenti insostenibili.
Il prof Attaianese ha ricordato anche gli ulteriori elementi che rendono questa convenzione così speciale e ha ringraziato la BPC perché, di fronte a tutti i problemi che si sono man mano presentati così come di fronte a qualsiasi richiesta dell’università, si è dimostrata pronta e disponibile, attivandosi immediatamente per la ricerca di soluzioni, dimostrando uno spirito costruttivo e propositivo.
La parola è poi passata al Presidente Formisano, il quale ha ricordato i tanti ambiti in cui si articola la collaborazione tra i due enti: oltre alla rateizzazione delle tasse, infatti, BPC e Università hanno predisposto delle forme di microcredito per l’acquisto dei libri e per tutte le altre spese che gli studenti devono affrontare.
La BPC, comunque, non si ferma a interventi di carattere economico, ma fa anche proposte culturali e formative. A questo proposito il Presidente Formisano ha ricordato le opportunità di stage e tirocini formativi riservate agli studenti dell’Università di Cassino che, nella maggior parte dei casi, si traducono in assunzioni presso la BPC. Formisano ha sottolineato che proprio da questa esperienza – che permette alla BPC di continuare a sostenere il territorio attraverso la valorizzazione delle risorse giovani - ha potuto verificare in prima persona l’eccellente formazione garantita dall’Università di Cassino ai suoi studenti.
E’ intervenuto, poi, il Prof. Trequattrini, il quale ha sottolineato l’opportunità di un’iniziativa che non solo aiuta gli studenti a sostenere i tanti costi che devono affrontare nel loro percorso universitario (affitto, libri, tasse), ma che permette anche di agganciare i giovani talenti al territorio. Si tratta, dunque, non semplicemente di attività di marketing per gli enti che promuovono la convenzione, ma anche e soprattutto di un intervento a favore del territorio, dei giovani, della cultura, dell’economia.
Il Direttore Amministrativo dell’Università di Cassino ha ringraziato il Presidente Formisano per la sua disponibilità e la sua concretezza, e ha ricordato l’impegno dell’Università per contenere i costi e offrire vantaggi agli studenti.
Infine, un breve ed efficace intervento per il Vice Presidente Vincenzo Formisano, che si è detto doppiamente felice in considerazione del suo ruolo sia di esponente aziendale sia di docente dell’università: una convergenza di interessi che oggi trova un’eccellente attuazione.
In conclusione, sono stati segnalati alcuni del prossimi interventi: altre iniziative per gli studenti, forme di microcredito e nuove convenzioni anche per il personale tecnico-amministrativo dell’Università.