BPC insieme a Regione e Banca Impresa Lazio Stampa

BPC INSIEME A REGIONE E BANCA IMPRESA LAZIO A SOSTEGNO DELLE PMI DEL LAZIO
Il ruolo della Banca Popolare del Cassinate a sostegno delle imprese e del territorio si arricchisce di un nuovo tassello: la BPC, infatti, fedele alla sua mission di essere un vero supporto allo sviluppo dell’economia locale, ha aderito all’iniziativa di Banca Impresa Lazio (BIL) per l’attivazione di un nuovo maxi programma di garanzia a valere sul Fondo per il sostegno del credito alle imprese del Lazio. La BPC è la prima banca della provincia di Frosinone che, insieme a pochi altri istituti nazionali, ha già aderito, in maniera lungimirante, a quello che si presenta come un progetto veramente innovativo di un piano di intervento su larga scala per sostenere le PMI del Lazio.
L’obiettivo è quello di raggiungere entro la fine del 2010 l’erogazione di 165 milioni di euro di credito chirografario a favore delle piccole e medie imprese che abbiano sede legale e operativa nel Lazio, senza alcuna limitazione di settore.
Il credito – e questa è una delle novità dell’operazione – può essere concesso per diversi scopi: i finanziamenti assistiti da garanzia BIL, infatti, potranno essere finalizzati al sostegno di nuovi investimenti produttivi, all’acquisto di beni materiali e immateriali, al consolidamento del debito a breve termine, al finanziamento del circolante e alla provvista di liquidità.
A cooperare in questa operazione sono diversi enti che si impegnano a sostegno del tessuto imprenditoriale locale. A lavorare insieme, infatti, per mettere in campo questa azione di finanziamento, c’è la Regione, rappresentata da BIL, insieme con i Confidi nell’attività di co-garanzia del credito accordato. Il Confidi Roma Gafiart e Fidindustria Lazio – due dei principali consorzi attivi nel mercato della protezione del credito – hanno stipulato un accordo con BIL per poter  negoziare con il sistema bancario condizioni di finanziamento più vantaggiose per le imprese.
Non manca, poi, la presenza dello Stato visto che l’intervento prevede di attingere  anche al Fondo di Garanzia nazionale ex L.662/96, istituito dal Ministero dello Sviluppo Economico. Questo è un elemento importantissimo e innovativo per rendere tale programma ancora più efficace sul territorio, in quanto le potenzialità del Fondo nazionale consentono di generare un moltiplicatore del credito sulle risorse pubbliche di notevole efficienza.
In questo contesto, fatto di sinergia, collaborazione e impegno per promuovere lo sviluppo e la crescita delle imprese, la BPC si è inserita con convinzione e con la consapevolezza di partecipare ad un progetto fortemente vicino a quella che è la sua mission e la filosofia aziendale. Un programma destinato a crescere ancora e al quale la Banca Popolare del Cassinate ha assicurato tutta la sua disponibilità. Come ha ricordato il presidente della BPC Donato Formisano “la presenza della nostra Banca in questa importante convenzione, testimonia, ancora una volta, il ruolo assunto negli anni dalla Banca Popolare del Cassinate, che rappresenta un punto di riferimento imprescindibile dell’economia locale. Se è vero che la crisi attuale può essere combattuta solo con interventi concreti ed efficaci, è anche vero – ed è questo un punto centrale nell’azione della BPC – che non basta arginare una situazione difficile, ma bisogna, invece, puntare al meglio e lavorare per realizzare una crescita continua ed un miglioramento quantitativo e qualitativo. Ecco perché le imprese vanno sostenute, ecco perché è bene che le banche si offrano come partner disponibili, prudenti, capaci di premiare il lavoro e le potenzialità degli imprenditori”.