Dolce Sapere – IV Incontro Stampa

Si terrà VENERDI prossimo, 11 dicembre, l’ultimo appuntamento della rassegna letteraria IL DOLCE SAPERE, il ciclo di incontri letterari promosso dalla Banca Popolare del Cassinate con l’obiettivo di creare occasioni di incontro e di confronto con la lettura, con i libri, con gli Autori. Di volta in volta, nella Sala S. Benedetto della filiale di Corso della Repubblica della BPC, sono stati presentati libri di grande rilevanza nel panorama culturale italiano. Titoli ogni volta diversi, che hanno spaziato dal romanzo alla saggistica, dal saggio storico al noir. In ogni occasione i partecipanti, sempre molto numerosi, hanno avuto la possibilità di incontrare personalmente gli Autori e di ascoltare le interpretazioni offerte di volta in volta da relatori autorevoli relatori.

A chiudere questa prima rassegna il libro L’impero. Traffici, storie e segreti dell’occulta e potente mafia dei Casalesi di Gigi Di Fiore, un autore che davvero non avrebbe bisogno di presentazione. Di Fiore ha lavorato a Il Giornale come redattore del settore Interni alla fine degli anni '80. Attualmente è inviato speciale a Il Mattino di Napoli. Da oltre 15 anni studia il periodo del Risorgimento (con particolare attenzione alla fine del regno delle Due Sicilie e al brigantaggio post-unitario) considerandolo un periodo storico fondamentale per la comprensione dell’Italia attuale. Per questo lavoro di ricerca ha ricevuto diversi riconoscimenti ed ha partecipato a numerose inchieste-dossier televisive sul brigantaggio.

Di Fiore è stato autore di moltissimi libri. Come giornalista professionista si occupa soprattutto di cronaca giudiziaria e di argomenti legati alla sicurezza. Ha lavorato a Napolioggi, Napolinotte, Il Giornale di Napoli, Il Giornale, Il Mattino, con direttori come Orazio Mazzoni, Gino Grassi, Indro Montanelli, Pasquale Nonno, Sergio Zavoli, Paolo Graldi, Paolo Gambescia, Mario Orfeo, Virman Cusenza.

Proprio grazie al suo lavoro di giornalista e ai saggi pubblicati ha partecipato a diverse trasmissioni televisive, tra cui Samarcanda, Costanzo Show, Chi l’ha visto, Italia che vai, Il Processo del Lunedì, Unomttina, Sabato e domenica, Blunotte. Ha partecipato come esperto alla produzione di un dossier sul "Risorgimento mai raccontato" per History Channel. Compare, come esperto di camorra, in diversi documentari e dossier televisivi in Italia e all’estero.

Molti i premi che ha ricevuto nella sua carriera: nel 1997 il suo libro Potere camorrista ha ottenuto il premio della Fondazione Costanzo come miglior nuovo testo sulla realtà meridionale; nel 2001 ha vinto il premio Tommaso Pedio per la ricerca storica sugli eccidi risorgimentali di Pontelandolfo e Casalduni. Nello stesso anno gli è stato assegnato il Premio Saint Vincent; per tre volte ha ottenuto il Premio speciale cronista; nel 2004 il Premio Torre per l'impegno professionale sui temi della criminalità organizzata e in particolare per il suo lavoro sulla Camorra. Il suo saggio Controstoria dell’unità d’Italia – fatti e misfatti del Risorgimento (Rizzoli 2008) è stato tra i sei testi finalisti per la sezione divulgativa della 41esima edizione del Premio Acqui storia. Lo stesso testo è stato anche tra i tre finalisti della sezione saggistica del Premio Palmi 2008 ed ha vinto il primo premio per la sezione saggistica nella quinta edizione del Premio letterario città di Melfi 2009 per "l'anticonvenzionalità delle tesi e la chiarezza espositiva".

 

Il libro che verrà presentato venerdì prossimo è L’impero. Traffici, storie e segreti dell’occulta e potente mafia dei Casalesi. A presentare il libro il dott. Paolo Andrea Traviano, Magistrato presso il tribunale di Cassino, sezione distaccata di Sora.

L’invito alla manifestazione, realizzata in collaborazione con la Libreria Gulliver di Cassino, è, come sempre, aperto a tutti.