Utilities

La Piattaforma MITO e MITO & C. è disponibile solo con funzioni informative e di visualizzazione, relative unicamente allo storico antecedente la migrazione.

JoomlaWatch Stats 1.2.9 by Matej Koval
Raccolta Fondi Terremoto in Abruzzo

09-04-2009
Il drammatico terremoto che ha sconvolto l’Abruzzo ha scosso tutti gli italiani, mettendo in moto una commovente macchina di solidarietà. Qualcuno ha detto che tutti siamo diventati un po’ abruzzesi, perché tutti ci sentiamo addolorati per le perdite umane, innanzitutto, ma anche materiali. Il dramma di chi perde la propria casa, la propria città e i propri punti di riferimento può forse essere realmente compreso solo da chi lo ha vissuto. E certamente la città di Cassino, la “città martire” per eccellenza, rasa al suolo nel corso del secondo conflitto mondiale, sa bene, per averlo sperimentato, che la distruzione delle case e degli edifici è una ferita profonda che rischia di tradursi in una perdita di identità, sia dei singoli che delle comunità.
Da questa consapevolezza è nata la voglia di contribuire generosamente alla ricostruzione e alla rinascita delle città distrutte: degli edifici, delle case, delle chiese, ma anche delle aziende, delle attività produttive, delle imprese. Accanto alla generosità dei singoli, dunque, non poteva non emergere immediatamente la disponibilità di chi, più di cinquant’anni fa, ha contribuito alla ricostruzione di Cassino e che oggi vuole contribuire alla ricostruzione dell’Abruzzo.
La Banca Popolare del Cassinate ha come motto “ieri per la ricostruzione, oggi per il futuro”. L’oggi che viviamo chiama ancora alla ricostruzione e la risposta a questa nuova richiesta è arrivata immediatamente. La Banca ha messo gratuitamente a disposizione della Caritas Diocesana di Montecassino e della Caritas della Diocesi di Sora-Aquino-Pontecorvo due conti correnti sui quali tutti potranno effettuare versamenti per contribuire alla ricostruzione. Si tratta di conti correnti a costo zero per raccogliere risorse e fondi da destinare alle città e ai paesi distrutti dal terremoto: una ricostruzione materiale, certamente, ma anche un aiuto alla ripresa della vita, del lavoro. Gli Abruzzesi hanno bisogno di ricominciare le loro attività professionali, commerciali, imprenditoriali. La raccolta di fondi è un aiuto concreto e prezioso, è una risposta che guarda al futuro perché non si limita ad un aiuto immediato che risponde all’urgenza dei primi giorni, ma punta ad un aiuto di lungo termine. Un aiuto prezioso ed energico per ricostruire le città, per riaffermare le identità, per rilanciare l’economia e le imprese locali e permettere così all’Abruzzo di ripartire .
E’ di questo che, ora, c’è davvero bisogno. Serve un lavoro paziente e lungo, da portare avanti nel tempo, senza limitarsi alla grande emozione e alla grande commozione dei primi giorni. Sostenere nel tempo l’Abruzzo attraverso aiuti e progetti di lungo termine e che guardino al futuro. Per questo, dunque, un conto corrente gratuitamente messo a disposizione di chi, da sempre, lavora efficacemente a fianco dei più deboli e in risposta alle vere esigenze. Il denaro raccolto, infatti, verrà affidato alla Caritas Diocesana di Montecassino e alla Caritas della Diocesi di Sora-Aquino-Pontecorvo, le quali, in accordo con Caritas Italiana, provvederanno a impiegarlo per aiutare la popolazione dei territori colpiti dal sisma. Si tratterà di interventi mirati, studiati in risposta agli effettivi bisogni che, nell’immediato e in futuro, verranno rilevati sul territorio dalla Caritas locale.
La Banca Popolare del Cassinate, non si è limitata a mettere a disposizione questi due conti correnti, ma ha anche inaugurato il primo conto corrente aperto, quello intestato alla Caritas di Montecassino, con una cospicua donazione di 50.000 euro. Una cifra consistente che permetterà di dare un immediato avvio a progetti di ripresa. Accanto a questa importante donazione, erogata dalla Banca come ente, c’è anche il contributo dei singoli soci e dei singoli membri del Consiglio di Amministrazione che, a titolo personale, stanno contribuendo a questa raccolta importante. Gesti di solidarietà, che testimoniano anche la convinzione con cui soci e amministratori condividono e supportano le scelte dell’istituto.
L’auspicio è che le donazioni siano sempre più numerose. Piccole o grandi, non importa. L’importante è che ciascuno, in base alle sue disponibilità, si senta parte di questo grande progetto di apertura al futuro. Il primo conto corrente  è intestato a “Caritas Diocesi Montecassino – Raccolta fondi per l’Abruzzo” (codice IBAN: IT75 N053 7274 3700 0001 0451 904); il secondo è intestato a “Caritas – Diocesi di Sora-Aquino-Pontecorvo – Raccolta per l’Abruzzo”  IBAN IT37 R053 7274 4700 0001 0453 405).
Due opportunità a disposizione di chiunque voglia essere protagonista di questa nuova ricostruzione, per dare un aiuto concreto a chi non ha più nulla.

 

Telefono :+39 0776 - 3171

Fax : +39 0776 - 317429

info@bancapopolaredelcassinate.it
Elenco Filiali BPC