random5.jpg

cbill

Utilities

La Piattaforma MITO e MITO & C. è disponibile solo con funzioni informative e di visualizzazione, relative unicamente allo storico antecedente la migrazione.
JoomlaWatch Stats 1.2.9 by Matej Koval
Approvazione Bilancio 2008 PDF Stampa E-mail

05-05-2009
E’ stato presentato alla stampa, questa mattina, il bilancio 2008 della Banca Popolare del Cassinate, approvato sabato scorso dall’Assemblea dei Soci. Dati confortanti e incoraggianti quelli che emergono e che mostrano una struttura forte e solida. Nonostante la grave crisi economica che ha colpito non solo l’Italia ma l’economia internazionale, il 53° esercizio chiude con risultati nettamente positivi, sia sotto l’aspetto patrimoniale che sotto l’aspetto economico.
I dati mostrano una banca perfettamente in salute e in forte crescita e invitano all’ottimismo per il futuro. L’utile netto è di 5, 858 milioni, con un aumento, rispetto all’anno precedente, del 4%, Nel corso dell’ultimo anno la Banca ha registrato una crescita esponenziale sia per quanto riguarda gli impieghi sia per quanto riguarda la massa fiduciaria, che ha superato i 500 milioni di euro: se questo andamento sarà confermato (come sembra dai dati del primo trimestre del 2009 che hanno registrato un incremento di 13 milioni di incremento della massa fiduciaria) la crescita dell’anno in corso sarà ancora più consistente.  
Aumentano anche gli impieghi e dunque, così come nelle strategie e previsioni del Consiglio di Amministrazione, si può prevedere un raddoppio che da 46 milioni di euro porterà a 80 milioni di euro, stando, ancora, ai dati del primo trimestre.
I mutui per acquisto e ristrutturazione di immobili sono cresciuti del 23%, mentre i finanziamenti alle imprese a medio e lungo termine sono aumentati dell’84%. Le sofferenze sono inferiori al 3% del totale degli impieghi.
La gestione della Banca continua ad essere contraddistinta da prudenza e determinazione, oculatezza e senso di responsabilità. E questo ha fatto sì che la Banca non abbia per sé e non abbia consigliato ai propri clienti titoli “tossici”, ma abbia potuto consolidare la sua posizione: gli investimenti sono stati effettuati con titoli sicuri o con titoli di proprietà della Banca come obbligazioni o certificati di deposito.
La prudenza, l’oculatezza, la professionalità e la competenza che da sempre contraddistinguono l’operato della Banca hanno permesso non solo di evitare azzardi finanziari, ma anche -diversamente da quanto accaduto ad altri istituto di credito e, in generale al mondo economico-finanziario - di consolidare fortemente la propria posizione. Su 115 milioni di mutui ipotecari, contrariamente a quanto sta accadendo presso altre banche, non ci sono insolvenze, ma solamente circa 170 mila euro di rate arretrate per difficoltà momentanee da parte di alcuni clienti.
Questa situazione della Banca ha permesso di continuare e potenziare una politica di sostegno al territorio, alle famiglie, alle imprese. La Banca Popolare del Cassinate ha continuato, anche in questo momento difficile dal punto di vista economico e finanziario, ad erogare credito, a favorire e sostenere la crescita delle aziende e delle imprese e per sostenerle meglio ha stipulato convenzioni con l’Unione Industriali, con la Federlazio, l’Unione Commercianti, con i professionisti, l’Artigiancoop e molti altri enti. Inoltre, poiché la crisi è determinata anche dai ritardi di pagamento da parte delle Pubbliche Amministrazioni, la Banca ha offerto la sua disponibilità per anticipare i pagamenti.
Diverse e articolate, poi, le proposte per sostenere quelle aziende che, anche qualora si trovassero in difficoltà o addirittura a rischio usura, hanno capacità di ripresa, voglia di fare, progettualità per il futuro, risorse per restare e crescere sul mercato. E’ un’attenzione e una disponibilità verso le capacità lavorative, l’inventiva, la creatività degli imprenditori.
La Banca, inoltre, ha predisposto una serie di proposte per le famiglie, attraverso, ad esempio, prestiti fino a 5.000 euro a tasso zero, con le sole commissioni del 3%. Inoltre famiglie e piccoli operatori possono attingere a prestiti fino a 30.000 euro in 96 mesi a tassi convenienti e vantaggiosi.
Non sono mancate, anche quest’anno, e non mancheranno per il futuro, iniziative di carattere sociale, culturale, sportivo. In particolare la BPC ha gratuitamente messo a disposizione della Caritas diocesana di Montecassino un conto corrente per raccogliere fondi da destinare alle popolazioni d’Abruzzo colpite dal terremoto. Un conto inaugurato da una cospicua donazione non solo della Banca, ma anche dei singoli soci e del Consiglio di Amministrazione.
La BPC ha iniziato una nuova fase di riorganizzazione della sua struttura e delle sue attività, con l’inaugurazione della nuova sede di Corso della repubblica, con un nuovo statuto, con l’apertura di nuove filiali, per una più capillare ed estesa presenza su tutto il territorio, anche oltre la Provincia di Frosinone
La Banca, spinta non da un bisogno di nuovi capitali, quanto dalla voglia di offrire possibilità di investimento sicure e vantaggiose, ha deciso anche di aumentare il proprio capitale.
Accanto alla solidità, alla professionalità, alla voglia di fare, alla capacità di innovazione, a quell’attenzione alla cultura, al territorio, all’impegno sociale, che sempre hanno caratterizzato l’azione della Banca, ci sono tante novità, tante iniziative, tante proposte nuove che la Banca potrà certamente continuare a realizzare grazie proprio alla posizione raggiunta e confermata dai dati incoraggianti del bilancio 2008.

 

Telefono :+39 0776 - 3171

Fax : +39 0776 - 317429

info@bancapopolaredelcassinate.it
Elenco Filiali BPC